seguici su facebookseguici su twitterseguici su youtubeseguici su instagramseguici su pinterest

APPLICAZIONE DELL’ IMPOSTA DI SOGGIORNO dal 1° APRILE AL 30 SETTEMBRE 2018

APPLICAZIONE DELL’ IMPOSTA DI SOGGIORNO dal 1° APRILE AL 30 SETTEMBRE 2018

 l’Imposta di Soggiorno sarà applicata nel Comune di Cervia a partire dal 1 aprile fino al 30 settembre 2018 per persona e per pernottamento, facendo riferimento alle tipologie e classificazione delle strutture ricettive ed extraricettive, così come definite dalla normativa regionale di riferimento.

 

L’imposta di soggiorno è dovuta fino a un massimo di 7 pernottamenti consecutivi dai soggetti non residenti, che pernottano nelle strutture ricettive turistiche nel Comune di Cervia.

 

Gli ospiti dovranno corrispondere le tariffe di ALTA STAGIONE nei mesi di giugno, luglio e agosto e le tariffe ridotte per la BASSA STAGIONE nei mesi di aprile, maggio e settembre.

La tassa è ridotta al 50% nella frazione di TAGLIATA in tutto il periodo di applicazione.

E’  stata  individuata  la  porzione  del  territorio  ricompresa  tra  Via  Lazio  (esclusa),  l’Arenile

demaniale, S.S. 16 e il confine con il Comune di Cesenatico.

Inviamo in allegato la deliberazione della Giunta Comunale dove sono indicate le TARIFFE

che vi invitiamo a leggere con attenzione.

 

Alle strutture ricettive viene fornito un portale on line al quale ci si collega da internet all’indirizzo    https://servizi-onlinecom.serversicuro.it/cervia/   e   delle   personali   credenziali (username e password).

 

Il gestore della struttura alberghiera o un suo delegato potrà ritirare le CREDENZIALI per accedere al software presso il Servizio Tributi – Ufficio Imposta di Soggiorno del Comune di Cervia in Piazza Garibaldi n. 14 previo appuntamento telefonico al 0544 / 979203- Dott.ssa Susi Benedettini, nelle giornata di lunedì mattina dalle 9.00 alle 12.00, e nella giornata di giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00.

 

OBBLIGHI DEI GESTORI DELLE STRUTTURE RICETTIVE

 

I gestori delle strutture ricettive ubicate nel Comune di Cervia provvedono a riscuotere l’imposta, rilasciandone quietanza, e sono tenuti ad informare in multilingua, in appositi spazi, i propri ospiti dell’applicazione dell’imposta di soggiorno, della relativa entità, delle esenzioni e sanzioni.

 L’impost a  di  so ggio rno riscossa dai clienti che hanno pernottato deve essere riversata al Comune di Cervia tassativamente entro il 20° giorno successivo del mese di riferimento esclusivamente tramite bonifico bancario, se il 20° giorno cade di sabato, domenica o giorno festivo possono essere eseguiti il primo giorno lavorativo utile successivo.

 

I gestori delle strutture ricettive, entro il medesimo termine dovranno presentare al Comune di Cervia UNA DICHIARAZIONE CON IL DETTAGLIO DEL NUMERO DEI PERNOTTAMENTI IMPONIBILI, il numero di soggetti esenti,  dell ’impost a  incassata  e  de gli  estremi  dei   versamenti   della medesima, nonché eventuali ulteriori informazioni utili ai fini del computo della stessa; sono altresì obbligati a segnalare le generalità dei soggetti passivi inadempienti, anche senza il consenso espresso  dell’interessato.  

 Il   legale   rappresentante   di   piu’  strutture   ricettive   dovrà   provvedere   ad   eseguire   versamenti   e   dichiarazione  distinti  per  ogni  struttura.  Sul  portale  avverranno   registrazioni   separate  che consentiranno di avere credenziali diverse per accedere alle diverse strutture.

 

L’imposta dovuta è calcolata moltiplicando il numero degli ospiti per il numero dei loro pernottamenti e poi, il risultato ottenuto si moltiplica per la tariffa corrispondente alla categoria economica di appartenenza (es. hotel 3 stelle).

 

L’imposta di soggiorno non è assoggettabile all’applicazione dell’IVA.  Si potrà inserire la somma per  l’imposta  nella  fattura  fuori  campo  IVA,  oppure  fare  una  ricevuta  a  parte  utilizzando  un generico ricevutario oppure stampando direttamente la quietanza mediante il gestionale messo a disposizione gratuitamente dal Comune. Tale ultima soluzione consente la compilazione in automatico della prevista dichiarazione.

IL GESTORE E’ OBBLIGATO A CONSERVARE TUTTA LA DOCUMENTAZIONE INERENTE AL TRIBUTO tra i documenti della propria amministrazione per i successivi 5 anni.

 

Nel regolamento comunale allegato sono indicati tutti i SOGGETTI ESENTI dal pagamento

 d ell ’imp osta  d i  soggi orn o  (art.  4).   I  gestori  d e von o  verif icare  le  con d izion i  di  esenzione degli

 osp iti,  e in  alcuni  casi  l ’id on ea  d ocu men tazion e,  ch e d ovran n o  con servare p e r 5  an n i.

 

 

 S e  il  cli ente  si  rifiut a  di  p agare  il  gestor e  d ell ’hotel  puo’ uti li z z are  il  modello  “dichia raz ione  omesso

 versamento ospi te”.

Nell’ipotesi che l’ospite oltre e non voler pagare, non vuole nemmeno sottoscrivere la dichiarazione allora il gestore puo’  utilizzare il modello “dichiarazione omesso versamento  gestore ” . La legge in questo caso consente di dare i dati sensibili del cliente (data di nascita, residenza, codice fiscale) al Comune.   Tale  modul o  a ndra’  all e gato,  in  copi a,  all a  dichia raz ione  men sil e,   infatti  sarà compito degli uffici Comunali emettere i relativi atti, nei confronti del soggetto  passivo, per il recupero dell’imposta di soggiorno non versata con l’applicazione delle sanzioni previste dalla norma e gli interessi in misura legale.

 

Se non ci sono stati ospiti nel mese di applicazione, la dichiarazione deve essere comunque presentata indicando zero pernottamenti imponibili, e va inviata  una comunicazione all’ufficio tributi di invio di dichiarazione zero.

 

Potete  trovare  ulteriori  chiarimenti  nel  Faq  (domande  frequenti)  predisposto  dall’Ufficio

Tributi del Comune di Cervia che alleghiamo alla presente.

 

MODELLO 21 DEL CONTO GESTIONE

 

I gestori delle strutture ricettive sono qualificabili come agenti contabili dalla Corte dei Conti, organo di controllo dell’Amministrazione comunale. A tal fine devono trasmettere al Comune il conto della propria gestione entro il 30 gennaio di ogni anno, redatto su apposito modello ministeriale.

Nel Conto della gestione devono essere riportate le somme riscosse a titolo di Imposta di soggiorno nel periodo compreso tra il 1 aprile e il 30 settembre dell’anno precedente e dovranno essere indicati gli estremi della riscossione e del relativo riversamento al Comune.

 

 Al  fine  di  supportare  le  strutt ure  in  tale  adempi mento,  ogni  gestore  puo’ trovare  il  Mod.  21 - Conto

 dell a   gesti one,   già   pr ec ompi lato   all ’interno   del   gesti onale   dedi cato   all ’impost a   di   soggiorno   e

relativo alla propria struttura ricettiva.

Le modalità di consegna sono indicate nelle LINEE GUIDA ALL’ IMPOSTA DI SOGGIORNO.

 

Vi comunichiamo che nel mese di febbraio il Servizio Tributi del Comune di Cervia organizzerà un MOMENTO FORMATIVO sull’operatività del PORTALE dedicato all’applicazione dell’imposta di soggiorno di cui vi daremo comunicazione.

 

Il  Comune  di  Cervia  ha  pubblicato  la  modulistica  relativa  all’imposta  di  soggiorno  al  link

http://www.comunecervia.it/aree-tematiche/tributi-imposte-comunali/imposta-di-soggiorno.html

 

- breve informativa 2018

- linee guida operative

- faq (domande frequenti)

- modulistica autocertificazione esenzione

- modulistica per omesso versamento

 

Come risulta dalle indagini sull’imposta di soggiorno nelle località in cui essa è stata introdotta, l’importo della tassa non è inclusa nelle tariffe alberghiere. Pertanto, si ritiene opportuno agire in questo modo anche a Cervia.

Consigliamo di inserire nei siti internet e nei materiali promozionali la seguente dicitura “I prezzi non sono comprensivi dell’imposta di soggiorno”.

 

Per le informazioni di carattere generale, giuridico e amministrativo l’Ufficio referente è

Servizio Tributi - Imposta di Soggiorno - Dott.ssa Susi Benedettini

Tel. 0544 979203 fax. 0544 72363 –  Mail benedettinis@comunecervia.it

Con i seguenti orari: lunedì  ore 9.00 - 12.00, giovedì 15.00 – 17.00.

Per assistenza telefonica software potete contattare la società Hyksos s.r.l. che risponde al nr. 0438 –

499139 con i seguenti orari di ufficio: 8.30 – 12.30 / 14.00 – 18.00 dal lunedì al venerdì. Per eventuali urgenze è possibile contattare anche il seguente numero: 338 2298668.

Per     eventuali     segnalazioni     potete     contattare     Lorenzo     Matteini     Tel.     0544     913919 l.matteini@ascomcervia.it o Patrizia Pazzaglia tel. 0544 913916  p.pazzaglia@ascomcervia.it.

Mercatini europei
Confcommercio Nazionale
Confcommercio Emilia Romagna
Romagna Amica

Servizi ai soci